Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Emilio Lledò: l`uomo animale politico.

Emilio Lledò, professore di storia e filosofia all`Universidad Central di Barcellona, commenta la celebre definizione aristotelica dell`uomo come “animale politico”, etimologicamente e concettualmente legata alla sua teoria della polis.
La polis designava per un greco al tempo stesso lo spazio reale della città, entro cui si muoveva fisicamente, e la rete di relazioni a cui dava vita entro quello spazio. A differenza degli altri animali, l`uomo non vive gregariamente i suoi rapporti con gli altri, ma li organizza in un sistema ordinato di relazioni. È interessante ricordare che, nello stesso passo della Politica, Aristotele (Stagira 384 a.C. - Calcide 322 a.C.) definisce l`uomo come “animale dotato di logos”. Tuttavia lo Stagirita non intendeva affermare che l’uomo è razionale, piuttosto egli voleva sottolineare il suo carattere di essere parlante, che produce fisicamente, con la voce, suoni significativi atti a creare lo spazio collettivo della comunicazione sociale. La comunicazione verbale è quindi per Aristotele la conditio sine qua non del vivere comunitario.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo